Home » lavoro » Cgil a Roma contro i nuovi voucher, DʼAlema: giusta risposta a vicenda vergognosa

Cgil a Roma contro i nuovi voucher, DʼAlema: giusta risposta a vicenda vergognosa

Manifestazione nazionale della Cgil a Roma contro i nuovi voucher. Il sindacato guidato da Susanna Camusso torna in piazza con lo slogan “Rispetto! Per il lavoro, per la democrazia, per la Costituzione”. Perché la reintroduzione dei voucher è uno “schiaffo alla democrazia” che non può passare “inosservato”, sostiene il sindacato. Due i cortei in marcia per confluire in piazza di Porta San Giovanni per l’intervento conclusivo del segretario generale. D’Alema: “La giusta risposta del mondo del lavoro alla vergognosa vicenda dei voucher”.

C_2_fotogallery_3012960_3_image

I perché del no ai nuovi voucherLa Cgil lancia un appello “per il rispetto dell’articolo 75 della Costituzione” sul referendum popolare e, quindi, “per difendere la democrazia e il diritto dei cittadini a decidere, per contrastare la precarietà, per un lavoro dignitoso tutelato e con il pieno riconoscimento dei diritti”. Il 28 maggio, ricorda la Cgil in un volantino, “si sarebbe dovuto svolgere il referendum abrogativo sui voucher, che poi sono stati cancellati per far annullare i referendum e impedire agli italiani di esprimersi”. Adesso, dopo che “il Senato votando la fiducia ha dato il via libera definitivo alla manovrina, i voucher sono stati reintrodotti. Questo schiaffo alla democrazia non può passare inosservato”. La Cgil ha anche indicato come “necessario” sollevare una questione di illegittimità presso la Cassazione e la Corte costituzionale.

La protesta non solo in strada ma anche sui social.Non solo nelle strade della capitale si alza la protesta contro i nuovi voucher. Alla partenza dei cortei rilanciati dalla pagina Twitter della Cgil nazionale gli hashtag #schiaffoallademocrazia e #NonFateiBuoni.

Spazio anche a diritto di sciopero e legge di rappresentanza“La legge che regola gli scioperi c’è e il diritto allo sciopero va salvaguardato. Ricordiamo al governo che è da tanto tempo che stiamo chiedendo che si faccia una legge sulla rappresentanza”. Così la segretaria generale della Cgil Susanna Camusso a margine della manifestazione indetta dal sindacato contro la reintroduzione dei voucher.

La legge sulla rappresentanza, ha affermato Camusso, “è il modo per superare le frammentazioni e avere un’efficacia dell’iniziativa contrattuale”. Per la leader della Cgil occorre focalizzare l’attenzione su “come si comportano le aziende e sulle soluzioni che non si trovano” oltreché “dei non finanziamenti al trasporto pubblico locale”. “Esiste sempre un solo versante che è quello di impedire ai lavoratori di manifestare le loro opinioni – si chiede la Camusso – o esiste un problema di quali sono le regole con cui le aziende danno le risposte? Perché della legge sullo sciopero l’unica cosa che viene sempre applicata è quella sui lavoratori, mai quella che pone vincoli alle aziende”, ha concluso.

Sostegno alla manifestazione da D’Alema“La manifestazione è la giusta risposta del mondo del lavoro alla vergognosa vicenda voucher. Alla mortificazione dei diritti dei lavoratori rappresentata dal Jobs Act, il governo ha aggiunto l’insopportabile sopruso di non consentire lo svolgimento del referendum, negando ai cittadini la possibilità di difendere i propri diritti”. Lo dichiara in una nota Massimo D’Alema, esponente di Mdp.

Cgil a Roma contro i nuovi voucher, DʼAlema: giusta risposta a vicenda vergognosaultima modifica: 2017-06-17T11:44:25+00:00da elliaellia
Reposta per primo quest’articolo
, , , , , , , , , , , , , ,

About